Arretra il ghiacciaio delle Locce,la collina morenica frana


Arretra il ghiacciaio delle Locce,la collina morenica frana

Pubblicità

Pubblicità
 

Arretra il ghiacciaio delle Locce,la collina morenica frana

Messaggioda borca99 » gio set 08, 2016 5:39 pm

Da ''La Stampa ''

Arretra il ghiacciaio delle Locce, la collina morenica frana

Allarme degli esperti, il Comune di Macugnaga chiede interventi


08/09/2016

teresio valsesia
MACUGNAGA
ab.jpg
ab.jpg (33.75 KiB) Osservato 418 volte

L’allarme è stato sollevato da due esperti, Gianni Mortara e Andrea Tamburini, che da una ventina di anni seguono costantemente le dinamiche del ghiacciaio del Belvedere, sopra Macugnaga.

Dopo l’ennesimo sopralluogo, compiuto insieme alla guida Lamberto Schranz, i due glaciologi hanno espresso una duplice preoccupazione. La prima riguarda il ripetuto crollo della morena che sostiene il bacino del lago delle Locce. Infatti, dopo il rigonfiamento del 2002 che aveva prodotto il lago Effimero, il ghiacciaio si è allineato al trend di tutte le masse glaciali, iniziando un vistoso regresso: negli ultimi dieci anni la sua superficie si è abbassata di circa 70 metri lasciando scoperta la collina morenica del lago delle Locce che ha iniziato a sgretolarsi provocando delle grandi frane nell’area.

Canale scolmatore

Uno degli smottamenti ha modificato il canale scolmatore del lago, il cui deflusso è stato regolato dopo la sua disastrosa fuoriuscita, avvenuta il 19 luglio 1979. Adesso le acque non scendono più nella valletta della Pedriola, ma si gettano direttamente nel ghiacciaio contribuendo al suo scioglimento ai piedi della morena.

Contestualmente è sorta una seconda preoccupazione: le frane hanno riportato a cielo aperto le grandi condotte idriche che erano state interrate durante gli interventi per evacuare le acque dell’Effimero. Ora tutta l’area appare sconvolta e la morfologia è completamente modificata.

Evitare conseguenze

Per prevenire le gravi conseguenze di queste alterazioni del paesaggio, il Comune di Macugnaga ha fatto proprio l’allarme dei glaciologi inviando una richiesta di intervento all’assessore regionale alle Opere pubbliche, Francesco Balocco, e a quello dell’Ambiente, Alberto Valmaggia.

Il sindaco di Macugnaga Stefano Corsi chiede il ripristino del regime idraulico (che per 35 anni ha sempre funzionato regolarmente e senza oneri) e la messa in sicurezza del versante nonché il recupero ambientale della zona attraversata dalle tubazioni. Dal canto suo il Comune è già intervenuto per ricostruire un tratto del sentiero morenico che conduce al rifugio Zamboni.

Il caso del 1979

Il timore però è soprattutto che il lago delle Locce possa ripetere l’esondazione che si era verificata mel 1979, quando venne spazzata via la seggiovia del Burchi e solo la pronta segnalazione di Flora Ranzoni, custode del rifugio Zamboni, permise di scaricare rapidamente i turisti dall’impianto, evitando che il bilancio parlasse anche di vittime.
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm

Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron