i sassolini nella scarpa


Re: i sassolini nella scarpa

Pubblicità

Pubblicità
 

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda Angelo » lun apr 18, 2016 11:49 am

Il punto è propio questo, si tratta di questioni politiche o più precisamente di politica legislativa, è nostro (italico) vezzo disinteressarci di tali questioni lasciandole agli addetti ai lavori che poi creano perle come la Legge Regionale Piemonte n.2/2009; si noti che non l'hanno immaginata a Roma ma tra i monti del Piemonte ed ora sta li, in nutrita compagnia di altre meraviglie, per il godimento di tutti noi - a diverso titolo - montanari e non saranno quattro chiacchere a cambiare le cose, sarà possibile invece, organizzandosi per bene, giungere ad una lettura condivisa tra i vari soggetti iteressati, aderente alle concrete esigenze e nel rispetto della lettera della legge, nel frattempo sarebbe auspicabile formare/sostenere un movimento d'opinione che spinga il legislatore regionale a limare/modificare (come del resto già fatto) le previsioni normative inadeguate.
Angelo
 
Messaggi: 286
Iscritto il: gio dic 21, 2006 1:48 pm
Località:

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda marco51 » sab mag 21, 2016 8:26 pm

lagodellefateparking.jpg
lagodellefateparking.jpg (91.27 KiB) Osservato 3516 volte


e no! cari candidati sindaci..belle parole nei programmi scritti da scribacchini prezzolati ma contano i fatti e le omissioni ..se vogliamo un parcheggio alle fate magari con nuovo parchimetro non avete capito nulla...
marco51
Avatar utente
marco51
 
Messaggi: 755
Iscritto il: dom nov 01, 2009 1:08 pm
Località:

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda borca99 » lun mag 23, 2016 5:39 pm

Ero presente sabato sera a quell'ora al Lago e posso testimoniare che c'e' stata la cena dei cacciatori a cui erano presenti un centinaio di persone tra cui anche parecchie persone di una certa eta' che sono state portate su in auto per poter presenziare.
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda marco51 » mar mag 24, 2016 9:02 pm

vabene ma non si fanno queste cose ..oggi i cacciatori poi i pescatori ..poi i seguaci del divano comodo..
marco51
Avatar utente
marco51
 
Messaggi: 755
Iscritto il: dom nov 01, 2009 1:08 pm
Località:

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda Lolio » mar lug 19, 2016 12:11 pm

Ma la galleria di Campioli (munt Rubi) quando finisce? Il cartello con la data di inizio e fine lavori è stato coperto da un telo (provate voi a coprire il cartello di un cantiere e poi mi dite che succede). Ma negli appalti c'è una data di fine lavori, cosa che peraltro era determinante anche in questo caso per l'aggiudicazione, altrimenti partono le penali. E qui? I 25 milioni glieli daranno lo stesso? Hanno giustificazioni più che valide? Perché se non fosse così dovrebbe intervenire la Corte del Conti.
E di questo passo il viadotto del rio Meggiana ad inizio valle sarà un'altra storia senza una fine. Se non sbaglio il cartello di cantiere indica la fine lavori nei primi mesi del 2014. La prossima volta che passo guardo bene e se lo coprono strappo il telo.
Lolio
 
Messaggi: 228
Iscritto il: gio ago 27, 2009 5:22 pm
Località:

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda meccia » mer feb 08, 2017 10:38 am

eccoci di fronte al solito guazzabuglio all'italiana.
leggo , da albo pretorio, che è stato approvato il dimezzamento della tariffa giornaliera del parcheggio funivia. da 4 a 2 euro.
in primis complimenti per la pubblicità ( ironico 8) ), cmq : mi spiegate che senso ha? cioè .......ma non aveva piu' senso lasciare la tariffa invariata e dare coupon
giornaliero gratuito all'acquisto di un giornaliero? (per gli stagionali esenzione permanente :P ...naturalmente)
Allegati
riduzione tariffa parcheggio albo pretorio.png
riduzione tariffa parcheggio albo pretorio.png (61.3 KiB) Osservato 967 volte
J. F. Kennedy: Congratulazioni come si sente? Forrest Gump: [dopo aver bevuto 15 Dr Pepper] Devo fare pipì...
meccia
 
Messaggi: 2023
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Re: i sassolini nella scarpa

Messaggioda meccia » mar mar 21, 2017 7:22 pm

riporto qui l'estratto di un' interessantissima interrogazione che parla di impianti e della loro gestione. questo non per fomentare critiche o altro ma semplicemente per conoscenza degli interessati (buona lettura 8)

Macugnaga, 24.01.2017
Il.mo Sindaco
del Comune di Macugnaga
Piazza Municipio
28876 Macugnaga VB
OGGETTO: Impianti di risalita di proprietà comunale- Interpellanza
Il sottoscritto Arch. Mario Ermini Burghiner, eletto Consigliere Comunale in qualità di
candidato Sindaco per la lista “Macugnaga Adesso”, con la presente per avere una
formale risposta nel prossimo Consiglio Comunale in merito alla presente interpellanza
così come sotto riportata:
preso atto di quanto emerso in campagna elettorale e a quanto sommariamente esposto
nel Vostro Programma Elettorale allegato alla presentazione della Vs. Lista, relativamente
al rifacimento degli impianti di risalita;
preso altresì atto del rinnovo del contratto di gestione degli stessi da parte della
cooperativa “Macugnaga trasporti”;
il sottoscritto Arch. Mario Ermini Burghiner, eletto Consigliere Comunale in qualità di
candidato Sindaco per la lista “Macugnaga Adesso”, con la presente
LA INTERROGA
In merito ai seguenti quesiti:
1. Si chiede di conoscere l’esatta quantificazione ovvero valore economicocommerciale
degli impianti di risalita di proprietà comunale, suddivisa per impianti,
ovvero impianti Pecetto-Burki-Belvedere e Staffa-Alpe Bill-Monte Moro per la
cessione, vendita o locazione degli stessi a qualsiasi richiedente, ovvero società di
gestione, imprenditore privato, società di qualsiasi natura ovvero s.a.s., s.n.c., s.r.l.,
s.p.a. o altro;
2. Qualora non fosse in grado di avere la quantificazione si chiede sin d’ora di far
quantificare e farla conoscere alla popolazione ed agli operatori economici e di
ratificarla in sede del prossimo Consiglio Comunale utile;
3. Qualora un qualsiasi soggetto di natura economica o imprenditoriale quali società
di gestione, imprenditore privato, società di qualsiasi natura ovvero s.a.s., s.n.c.,
s.r.l., s.p.a. intendesse rilevare gli stessi:
a) Il Comune sarebbe disponibile alla cessione degli impianti di risalita?
b) In caso affermativo, a quale prezzo?
c) In caso affermativo, a quali condizioni, ovvero legati ad un piano
d’investimento?
d) In caso di richiesta di un piano di investimento, acconsentirebbe ad interventi di
speculazione di edilizia privata, ovvero varianti al P.R.G.C. che consentirebbe la
costruzione di ulteriori unità abitative e/o residenziali?
e) In caso negativo, per quali ragioni.
4. Si chiede di conoscere i costi di gestione degli impianti esposti dalla cooperativa
suddivisi in modo semplice ed esaustivo anche ai non addetti ai lavori, ovvero:
a) costi diretti degli impianti (elettricità, gasolio, ecc.) costi lordi del personale,
COMUNE DI MACUGNAGA - Prot 0000332 del 25/01/2017 Tit I Cl 14 Fasc
b) costi di manutenzione delle piste con esclusione dell’innevamento artificiale (in
sintesi il costo di manutenzione pura delle piste innevate),
c) costo dell’innevamento artificiale,
d) costi di manutenzione degli impianti a secco,
e) costi di manutenzione delle piste a secco (ovvero non innevate)
5. Si chiede se sono in corso trattative anche informali con società di qualsiasi natura,
ovvero anche fornitrici di servizi, o imprenditori privati, se vi sono state e di
conoscere gli sviluppi e o gli esiti di dette trattative. A tale riguardo si richiede sin
d’ora copia formale di tutte le comunicazioni, anche solo promodromiche, o
collegate con dette trattative.
Si chiede che le risposte ed i documenti richiesti ad esse collegate a detta interpellanza
vengano date anche in forma scritta e trasmesse in forma informatizzata via P.E.C. in
tempo utile per affrontare la discussione in sede di Consiglio Comunale.
Si porgono i più distinti saluti.
Arch. Mario Ermini Burghiner
Lista “Macugnaga Adesso”


e le successive risposte:

ente copia è destinata unicamente alla pubblicazione sull'albo pretorio on-line
C o p i a Al b o
COMUNE DI MACUGNAGA
PROVINCIA DI VB
_____________
VERBALE DI DELIBERAZIONE
DEL CONSIGLIO COMUNALE N.5
OGGETTO:
RISPOSTA AD INTERROGAZIONI PRESENTATE DAL CONSIGLIERE
ARCH. MARIO ERMINI BURGHINER IN DATA 24.01.2017: 1. IMPIANTI DI
RISALITA DI PROPRIETA' COMUNALE; 2.CENTRO SPORTIVO
TAMBACH; 3) UTILIZZO TASSA DI SOGGIORNO.
L’anno duemiladiciassette addì quattordici del mese di febbraio alle ore diciotto e minuti
trenta nella sala delle adunanza consiliari, in convocato dal Sindaco con avvisi scritti
recapitati a norma di legge, si è riunito, in sessione Straordinaria ed in seduta pubblica di Prima
convocazione, il Consiglio Comunale, nelle persone dei Signori:
Cognome e Nome Presente
1. CORSI STEFANO - Sindaco Sì
2. IACCHINI MASSIMO - Consigliere Sì
3. GRAMATICA PAOLO - Consigliere Sì
4. BORRETTI MAURO - Consigliere Sì
5. LENZI SILVANO - Consigliere Sì
6. PELLA SILVIO - Consigliere Sì
7. HOR ITALO COSTANTINO - Consigliere Sì
8. LENZI MARTINA - Consigliere Sì
9. ERMINI BURGHINER MARIO - Consigliere Giust.
10.TALARICO VINCENZO - Consigliere Sì
11.MARONE MATTIA - Consigliere Sì
Totale Presenti: 10
Totale Assenti: 1
Assiste l’adunanza il Segretario Comunale TRANCHIDA ROSANNA MARIA il quale
provvede alla redazione del presente verbale.
Risultano Assenti giustificati i Sigg:
Essendo legale il numero degli intervenuti il Signor CORSI STEFANO nella sua qualità di
Sindaco assume la presidenza e dichiara aperta la seduta.
Documento prodotto con sistema automatizzato del Comune di Macugnaga. Responsabile Procedimento: Polidori Piero (D.Lgs. n. 39/93 art.3). La
presente copia è destinata unicamente alla pubblicazione sull'albo pretorio on-line
IL CONSIGLIO COMUNALE
Il Sindaco Presidente si dichiara pronto a relazionare sulle interrogazioni presentate dal
consigliere Arch. Mario Ermini Burghiner, Lista “Macugnaga Adesso”, di cui all’allegato “A” che
forma parte integrante della presente deliberazione, al quale ha anche fornito preventiva risposta
scritta.
Il Consigliere di minoranza Talarico, stante l’assenza del consigliere proponente, si offre di
leggere la prima interrogazione ( Impianti di risalita di proprietà comunale), precisando che
il consigliere proponente è in ritardo e sta per arrivare.
Il Sindaco risponde alla prima interrogazione, leggendo ed esponendo quanto segue:
L’Amministrazione non è in possesso di una stima aggiornata del valore economico – commerciale
degli impianti, anche perché non avendo imminenti interessi di dismissione non ha commissionato
una perizia di stima, che allo stato attuale rappresenterebbe un inutile costo . L’Ammistrazione
tuttavia è in possesso dei contratti di acquisto degli impianti, da cui si può quantomeno trarre il
prezzo di acquisto degli impianti fissato, determinato sulla scorta di perizie di stima fatte all’epoca
dell’acquisto.. Trattandosi di atti risalenti a 2002 e 2010, i relativi valori sono ad oggi da intendersi
approssimativi .
 Scrittura privata di cessione di ramo d’azienda stipulato l’11.6.2002 con cui il Comune di
Macugnaga ha acquisito dalla società “ Funivie Macugnaga spa” i due tronchi di impianti
a fune Macugnaga – Alpe Bill (ITronco) ed Alpe Bill- Monte Moro ( II Tronco) al prezzo
complessivo di € 461.235,70. Occorre evidenziare il prezzo complessivo è parametrato alla
cessione di ramo d’azienda, comprensivo oltre che dei beni materiali, anche dei beni
immateriali come avviamento, licenze, autorizzazioni ecc.
 Scrittura privata di cessione di ramo d’azienda stipulato in data 18.12.2010 con cui il
Comune di Macugnaga ha acquisito dal “Fallimento Funivie Macugnaga Monte Rosa spa
in liquidazione” la proprietà del ramo di azienda nella misura dell’87,51%, ( il 12,49% è
stato acquisito dalla Comunità Montana delle Valli dell’Ossola ). Il prezzo pattuito in €
1.600.000,00, e corrisposto dagli acquirenti in proporzione alle rispettive quote di acquisto,
derivava da perizia di stima dal perito nominato dalla procedura fallimentare. Nella perizia
di stima le piste e gli impianti ceduti, e cioè quelli del comprensorio Monte Moro e Burky –
Belvedere, comunque ivi dettagliatamente indicati, venivano stimati in € 747.510,00. –
 Determinazione affari generali n. 68 del 27.11.2008 con cui il Comune ha proceduto ad
acquistare beni strumentali e attrezzature a servizio degli impianti di risalita dal Fallimento
Monterosastar, per un importo di € 354.530,00 iva compresa, come da relativa perizia di
stima.

Il comune affronta per la manutenzione straordinaria degli impianti una serie di costi che a fatica
riesce a sostenere.
L’Amministrazione, infatti, è disponibile a valutare ipotesi di cessione a terzi ma solo a fronte di
un piano di investimento sul territorio comunale rivolto alla modernizzazione degli impianti e con
una serie di garanzie, prima tra tutti che le opere di investimento non possano essere asportate dal
territorio, garanzia di incremento dei posti di lavoro e dell’indotto e previo calendario di apertura
condiviso.Il prezzo chiaramente dovrebbe essere accuratamente determinato attraverso una stima
aggiornata degli impianti .
Non è intenzione di questa amministrazione consentire qualsivoglia forma di “speculazione
edilizia” dei privati, e cioè consentire a terzi di acquistare per rivendere con il fine di conseguire un
profitto meramente privato dall’operazione senza utilità e benefici per la collettività . E’ evidente
che in una contrattazione commerciale alcune aree comunali potrebbero entrare nelle trattative ma
sempre con il fine ultimo di agevolare gli interessi e lo sviluppo del comune, in primis, ma non solo,
il potenziamento degli impianti sportivi.
Documento prodotto con sistema automatizzato del Comune di Macugnaga. Responsabile Procedimento: Polidori Piero (D.Lgs. n. 39/93 art.3). La
presente copia è destinata unicamente alla pubblicazione sull'albo pretorio on-line
La gestione degli impianti è attualmente regolata da contratto di concessione per il periodo che va
dall’1.11.2013 al 30.4.2016. Sulla scorta di tale contratto la concessionaria, Macugnaga trasporti e
servizi, società cooperativa, ha l’onere di sostenete tutte le spese di gestione degli impianti e
assume tutti i rischi e le responsabilità di gestione. Trattandosi di un contratto di concessione a
privato, che assume a proprio carico i costi di gestione (ivi compresi i costi per personale e
manutenzione ordinaria) quest’ultimo non è tenuto a rendere i conti della gestione degli impianti
al Comune concedente.
Il contratto di concessione riconosce al Comune una quota dei ricavi ottenuti dalla vendita dei
biglietti, al netto di iva, paria al 2, 51%, ammontante per il 2015 ad € 36.300,00 ed a € 32.969,04
per il 2016. Tuttavia è da tenere conto che il Comune sostiene spese per manutenzione straordinaria
e per rimborso rate di mutuo contratto per l’acquisto e/o riparazione degli impianti.
Ci sono state trattative con il Comune di Saas- fee e la relativa società che gestisce i loro impianti
nell’anno 2015, volte a verificare la possibilità di creare un collegamento dei loro impianti con il
nostro comprensorio del Monte Moro. La trattativa non ha raggiunto i risultati sperati poiché la
società elvetica non è riuscita, ad oggi, a reperire le necessarie risorse economiche. Ed ancora di
interagire con il settore ambientale della Regione Piemonte chiedendo una revisione e/o -
aggiornamento delle norme urbanistiche e dei vincoli idrogeologici, ivi comprese le zone ZPS, per
definire delle zone idonee e necessarie all’inserimento e allo sviluppo della recettività turistica del
territorio.
A questo punto il sindaco e il segretario, stante la perdurante assenza del consigliere
proponente, fanno presente che l’interrogazione, in assenza del consigliere proponente,
dovrebbe intendersi rinunciata, ai sensi dell’art. 54 del Regolamento del consiglio comunale.
Tutti i consiglieri rappresentano la volontà di continuare la seduta con il relativo ordine del
giorno.
Il Consigliere di minoranza Talarico, stante l’assenza del consigliere proponente, legge la
seconda interrogazione (Centro sportivo Tambach)
Il Sindaco risponde all’interrogazione della minoranza come segue:
Occorre premettere che la gestione e conduzione dell’impianto sportivo è attualmente regolata da
un contratto di concessione con la sig. Pini Agnese di Macugnaga.
Tuttavia detto contratto non ha avuto regolare esecuzione in quanto la concessionaria non ha pagato
il canone pattuito nel contratto. A fronte di questo inadempimento il Comune di Macugnaga non ha
ritenuto opportuno effettuare i lavori anche di manutenzione straordinaria, né di consentire il
compimento di ulteriori lavori richiesti dalla concessionario a scomputo del canone.
In ultimo questa amministrazione ha inviato una diffida di pagamento alla sig. Pini Agnese e
intende procedere alla risoluzione del contratto e al recupero delle somme non pagate.
Quando avrà recuperato l’immobile, all’esito della risoluzione del contratto, l’Amministrazione
bandirà una gara per trovare un operatore che gestisca con maggiore efficienza l’impianto sportivo.
All’esito del recupero delle succitate somme e dopo aver trovato un operatore che dia garanzie di
affidabilità e sana gestione, l’Amministrazione programmerà i necessari interventi di manutenzione
straordinaria. Si ha cura di precisare comunque che l’Amministrazione nel 2015 ha sostenuto
l’onere economico, autorizzando lo scomputo del canone, di lavori di straordinaria amministrazione
pari ad € 2.558,34.
In ordine al alle risorse da destinare alla riqualificazione del centro sportivo si precisa che in
bilancio sono disponibili per la manutenzione di tutti gli impianti sportivi, compresi quelli a fune, la
somma di € 15.000,00 e per acquisto attrezzatura la somma di € 5.000,00.
Documento prodotto con sistema automatizzato del Comune di Macugnaga. Responsabile Procedimento: Polidori Piero (D.Lgs. n. 39/93 art.3). La
presente copia è destinata unicamente alla pubblicazione sull'albo pretorio on-line
Alle 19.25 interviene il consigliere di minoranza Mario Ermini Burghiner lamentando la
scelta in ordine alla data di seduta di consiglio, in quanto lo stesso è impossibilitato ad
intervenire. Esce subito dopo e definitivamente dall’aula consiliare (19.28).
Il Consigliere di minoranza Talarico, stante l’assenza del consigliere proponente, legge la
terza interrogazione (Utilizzo tassa di soggiorno).
Il Sindaco risponde all’interrogazione della minoranza come segue:
La tassa di soggiorno ha il seguente ammontare:
ANNO 2012 ANNO 2013 ANNO 2014 ANNO 2015 ANNO 2016
€ 12.491,50 € 25.065,90 € 20.825,00 € 24.515,50 € 25.358,00
Detta imposta concorre a coprire le seguenti spese:
Spese IAT ammontanti a circa € 40.000,00 euro all’anno,
Manifestazioni turistiche
Gestione museo della montagna
Progetto neve azzurra e web cam
Fiere San Bernardo
Stampe di cartine e depliant
Si ha cura di evidenziare che una diversa destinazione dell’importo di tale tassa determinerebbe la
contrazione delle sopra indicate spese ad oggi effettuate dal Comune.
Il sindaco continua l’esposizione dando ulteriori indicazioni, facendo ulteriori precisazioni e
dichiarando la propria disponibilità a discutere in ordine alla destinazione degli introiti relativi alla
tassa di soggiorno.
Il Sindaco conclude ringraziando per l’attenzione prestata e dichiarando chiusa la sedu
ta.

(fonte a.p. on line)
J. F. Kennedy: Congratulazioni come si sente? Forrest Gump: [dopo aver bevuto 15 Dr Pepper] Devo fare pipì...
meccia
 
Messaggi: 2023
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Precedente

Torna a Macugnaga

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron