Colle della Bottigia - Colle del Valle' - Rima


Colle della Bottigia - Colle del Valle' - Rima

Pubblicità

Pubblicità
 

Colle della Bottigia - Colle del Valle' - Rima

Messaggioda borca99 » gio set 15, 2011 11:15 am

<b>Colle della Bottigia (2'607 mt) – Colle del Valle’ (2'626 mt) – Rima (1'417 mt)</b>

Difficolta’ EE con le seguenti caratteristiche :

1)Lunghezza :
Colle della Bottigia – Colle del Valle’ : 30 min
Colle del Valle’ – Rifugio Valle’ Superiore : 1 ora
Rifugio Valle’ Superiore – Rima : 1.30 ore
Naturalmente a questi tempi bisogna aggiungere il trasferimento da Macugnaga al Colle della Bottigia (vedere relativa sezione)

2)Stato del sentiero :
Dal Colle della Bottigia al Colle del Valle’:su grossi sfasciumi, traccia inesistente ma sufficientemente segnato con vernice
Dal Colle del Valle’ al Rifugio Valle’ Superiore : traccia visibile a tratti ma ottimamente segnato
Rifugio Valle Superiore – Rima: ottimamente segnato e sempre ben visibile

3)Ripidezza : In piano dal Colle della Bottigia al Colle del Valle’ poi discesa di ripidezza media e sempre costante dal Colle a Rima

4) Affollamento : nullo dal Colle della Bottigia al Rifugio Valle’ Superiore. Abbastanza frequentato dal Rif. Valle’ Sup. a Rima

5) Segnale del cellulare :
Scarso (Vodafone) dal Colle della Bottigia al Colle del Valle’, poi assente dal Colle del Valle’ al Rif. Valle’ Sup. poi solo a tratti fino all’Alpe Vallaracco (Vodafone)

<b>NOTA BENE:
FARE RIFERIMENTO ALLA SEZIONE DEDICATA PER IL TRAGITTO MACUGNAGA-COLLE DELLA BOTTIGIA</b>

<b>IMPORTANTE:
DA NON PERCORRERE IN MESI DIVERSI DA LUGLIO, AGOSTO E META’ SETTEMBRE PER QUASI SICURA PRESENZA DI NEVE TRA IL COLLE DELLA BOTTIGIA E IL COLLE DEL VALLE’</b>

Ecco come sono le sezioni del tragitto :

<b>Colle della Bottigia (2'607 mt) – Colle del Valle’ (2'626 mt)</b>E’ il tratto piu’ delicato del percorso in quanto si svolge tutto in traverso su enormi massi, spesso umidi, abbastanza instabili ed in una zona molte volte nebbiosa.
Qui vediamo l’imbocco del percorso dal Colle della Bottigia con l’accesso dalla Val Quarazza sulla sinistra
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 69,72 KB</font id="size1">

Dalla prospettiva opposta si vede il masso presso il Colle della Bottigia con le chiare scritte
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 75,23 KB</font id="size1">

In questa seconda foto si vede cerchiato il primo dei segni con vernice gialla e rossa che ci
accompagneranno fino al Colle del Valle’
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 69,67 KB</font id="size1">

Come si vede qui il tratto e’ tutto in traverso su enormi massi e si procede in orizzontale facendo riferimento ai numerosi segni di vernice
La riga gialla a destra nella nebbia indica a grandi linee la posizione del Colle del Valle’
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 79,22 KB</font id="size1">

Uno scorcio da un po’ piu’ a valle
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 71,64 KB</font id="size1">

Qui ci voltiamo all’indietro circa a meta’ della traversata. Il Colle della Bottigia e’ nascosto dalla nebbia
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 65,34 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 75,94 KB</font id="size1">

Dopo un primo tratto in cui i massi sono di notevole grandezza, si avanza su sassi un po’ meno grossi ma piu’ instabili anche se il pendio sotto di noi non e’ ripidissimo e’ meglio procedere con cautela
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 59,4 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 68,14 KB</font id="size1">

Si seguono sempre i frequenti segnali gialli e rossi
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 63,86 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 69,45 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 55,42 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 85,65 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 73,37 KB</font id="size1">

In giallo la zona del Colle della Bottigia
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 59,07 KB</font id="size1">

La freccia verde indica il Colle del Valle’, mentre cerchiato in giallo si scorge un passaggio alternativo, ma esposto, che valica la cresta in corrispondenza di un cartello indicante l’ingresso nel Parco Naturale della Valsesia.
Pertanto da evitare il ripido passaggio tratteggiato e seguire sempre i segnali di vernice che ci portano al Colle del Valle’ vero e proprio
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 59,38 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 61,96 KB</font id="size1">

Ecco la zona dove si svolta a sinistra per valicare il colle
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 47,09 KB</font id="size1">

Qui siamo ai piedi del colle che, come si vede, si supera percorrendo un ripido e strettissimo canalino
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 112,85 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 118,86 KB</font id="size1">

Non lo definirei un tratto esposto ma la corda fissa presente assicura una risalita in sicurezza,soprattutto in caso di pietre umide.
Inoltre a dieci metri dal valico c’e’ un gradone alto un paio di metri per superare il quale la corda risulta utilissima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 111,39 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 113,2 KB</font id="size1">

Due scorci voltandoci all’indietro verso la Val Quarazza
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 84,2 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 112,94 KB</font id="size1">

Sulla destra si vede una catena metallica che verra’ posizionata prossimamente per ulteriore sicurezza
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 108,33 KB</font id="size1">

Ecco invece la prospettiva che si ha dal colle volgendoci verso il versante valsesiano
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 97,84 KB</font id="size1">

<b>Colle del Valle’(2'626 mt) - Rifugio Valle’ Superiore (2'175 mt)</b>
Qui ci troviamo appena oltre il colle pronti per iniziare la discesa verso Rima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 55,26 KB</font id="size1">

Appena sotto il colle ci sono due scritte. Quella cerchiata indica 1 ora per il Rif. Valle’ Superiore
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 91,91 KB</font id="size1">

Tornando in Quarazza e valicando il Colle della Bottigia si arriva invece al Rifugio Massero
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 93,43 KB</font id="size1">

Inizialmente la discesa si svolge su sfasciumi su un tratto comunque non ripido.
La linea da tenere e’ sempre ottimamente marcata sui sassi
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 75 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 65,5 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 46,74 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 71,68 KB</font id="size1">

Qui si ha un insieme del tratto pietroso che ormai sta finendo
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 69,26 KB</font id="size1">

Per un po’ il terreno sara’ composto da tratti in erba alternati con massi prevalentemente lisci e comodi da percorrere se asciutti
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 71,61 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 71,77 KB</font id="size1">

La marcatura del percorso e’ stata recentemente rifatta e aumentata dai gestori del Rif. Valle’ che si sono meritati un po’ di ‘pubblicita’ occulta’ per il bel lavoro svolto
I sentieri della zona sono tutti numerati e anche le cartine escursionistiche riportano puntualmente la numerazione. Come si vede qui siamo sul 91
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 70,85 KB</font id="size1">

Il puntino giallo indica il colle appena valicato
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 77,28 KB</font id="size1">

Questo e’ uno dei pochi punti dove ci si puo’ rinfrescare
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 72,56 KB</font id="size1">

La discesa prosegue sempre su erba e pietre lisce
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 72,05 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 64,67 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 59,47 KB</font id="size1">

Se si segue la marcatura si supera senza problemi un balzo roccioso
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 69,86 KB</font id="size1">

Ultimo tratto su erba prima del Rifugio Valle’ Superiore
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 62,78 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 57,42 KB</font id="size1">

Ecco il tetto del Rifugio
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 49,98 KB</font id="size1">

Ed ecco il Rifugio
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 218,46 KB</font id="size1">

N.B. Piccola parentesi descrittiva del Rif. Valle’ (2'175 mt)
Il Rifugio e’ di proprieta’ del Parco Naturale dell’Alta Valsesia ed e’ dato in gestione ad Elisabetta e Lorenzo che lo curano in maniera perfetta assicurando un ottimo servizio a
chi passa in zona.
Ci sono mucche e capre da cui Lorenzo ricava dei formaggi squisiti ed Elisabetta e’ una vera e propria maga della cucina.
Gli approvvigionamenti sono assicurati da 3 tronchi di teleferica da Rima che assicurano addirittura il pane fresco di giornata
Le stanze e tutti gli altri locali sono pulitissimi ed e’ disponibile una splendida doccia calda con asciugamani e tutto quello che occorre.
Mezza pensione ad Eur. 35 (si mangia e si beve a sazieta’…) e per passare il tempo c’e’ la TV satellitare (Sky)
La corrente elettrica e’ fornita completamente da una turbina ad acqua che si trova presso una sorgente poco lontana
E’ un rifugio tutti i giorni molto frequentato anche se per raggiungerlo ci sono 800 mt di dislivello da Rima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 232,48 KB</font id="size1">

<b>Rifugio Valle’ Superiore (2'175 mt) – Rima (1'417 mt)</b>
La discesa per Rima inizia con un lungo traverso per evitare una balza rocciosa
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 60,74 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 74,76 KB</font id="size1">

Poi si ritorna al centro dell’ampio vallone
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 68,9 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 86,18 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 84,53 KB</font id="size1">

Da qui e’ possibile imboccare un sentiero (righe gialle) che porta direttamente nel vallone del Colle del Piccolo Altare da cui e’ possibile tornare in Quarazza senza rifare lo stesso percorso.
Il Piccolo Altare e’ comunque raggiungibile da un sentiero ancora piu’ a monte che parte dal Rif. Valle’.
In altre parole non e’ assolutamente necessario scendere fino a Rima per passare dal Colle del Valle’ al Piccolo Altare nel versante valsesiano
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 78,09 KB</font id="size1">

Uno sguardo all’indietro
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 93,28 KB</font id="size1">

A valle si scorge il pascolo dell’alpeggio, tuttora caricato, denominato ‘Alpe Valle’ di Sotto (o inferiore)’
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 69,24 KB</font id="size1">

Questo e’ l’arrivo sul bel falsopiano con in giallo il Rif. Valle’ Superiore superato prima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 68,03 KB</font id="size1">

Prato con erbetta bassa in quanto frequentato da mucche che stazionano tutta l’estate
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 65,32 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 167,82 KB</font id="size1">

Questo e’ il punto di interscambio tra i primi 2 tronchi della teleferica per il Rif. Valle’ Superiore
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 79,97 KB</font id="size1">

Da qui si intravede finalmente il paese di Rima (freccia gialla) che si trova 350 mt di dislivello piu’ sotto. Le frecce verdi indicano invece il cavo della teleferica
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 81,69 KB</font id="size1">

Si incontrano per la prima volta degli alberi che non si vedevano piu’ fin dalla zona dell’Alpe Piana in Quarazza
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 95,06 KB</font id="size1">

All’interno del piccolo boschetto c’e’ un bivio che permette di ritornare al Rifugio Valle’ con un percorso diverso
In rosso il tragitto che stiamo seguendo scendendo
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 107,78 KB</font id="size1">

Sotto al boschetto si passa a lato di un balzo roccioso con una bella cascata
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 107,72 KB</font id="size1">

Da qui in poi il sentiero si sviluppa quasi completamente su prati
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 77,37 KB</font id="size1">

Si supera l’Alpe Vallaracco, ultimo alpeggio prima di Rima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 102,91 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 89,75 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 89,35 KB</font id="size1">

Stiamo per attraversare il Torrente Sermenza che scorre nel centro della valle
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 85,57 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 90,28 KB</font id="size1">

Ormai i prati sono in lieve discesa e stiamo per raggiungere Rima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 77,16 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 67,94 KB</font id="size1">

Prima pero’ un boschetto dove parte la teleferica per il Rif. Valle’.
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 116,18 KB</font id="size1">

Ed ecco le prime case di Rima
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 82,36 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 81,28 KB</font id="size1">
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm

Messaggioda borca99 » ven set 16, 2011 7:40 pm

E' ORA DISPONIBILE ANCHE IL VIDEO

[url="http://www.youtube.com/watch?v=ugEqIJ99v4o"][/url]
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm


Torna a Reportage - Itinerari escursionistici - Sentieri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite