Belvedere - Alpe Fillar


Belvedere - Alpe Fillar

Pubblicità

Pubblicità
 

Belvedere - Alpe Fillar

Messaggioda borca99 » mer ott 07, 2009 10:20 am

Belvedere (1932 mt) – Alpe Fillar (1974 mt)

Difficolta’ T/E con le seguenti caratteristiche :

1)Lunghezza : 30 min.

2)Stato del sentiero : Mutevole ma sempre sufficientemente segnato

3)Ripidezza : facile e pressoche’ senza dislivello

4) Affollamento : l’attraversamento del ghiacciaio e’ abbastanza frequentato in quanto passaggio obbligato per molte escursioni.

5) Segnale del cellulare : sempre molto buono

Ecco come sono le sezioni del tragitto :

<b>Belvedere – Inizio Ghiacciaio </b> : 30 metri dopo l’arrivo della seggiovia al Belvedere si incontrano dei cartelli dopo i quali c’e’ la breve rampa a destra che, superato un dosso, porta in 2 minuti immediatamente ai margini del ghiacciaio.
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 62,88 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 71,22 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 78,39 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 83,25 KB</font id="size1">

<b>Attraversamento del ghiacciaio</b>
Le condizioni sono mutevoli negli anni ma attualmente il percorso di attraversamento si trova in un settore in cui il ghiaccio vero e proprio si trova per il 90% del tragitto al di sotto dei detriti che si vedono nelle foto, quindi pericoli di scivolamento su ghiaccio o peggio ancora di caduta in crepacci attualmente sono ridottissimi, tuttavia e’ vivamente consigliabile l’attraversamento del ghiacciaio in corrispondenza dei segnali costituiti da pali o ometti per non rischiare di indirizzarsi in zone pericolose.
In corrispondenza di ogni palo od ometto si ha sempre la visione del segnale successivo che bisogna puntare visivamente di volta in volta.
Questo e uno dei primissimi segnali all’inizio dell’attraversamento:
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 62,18 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 84,53 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 75,19 KB</font id="size1">
Se non si esce dal percorso segnalato l’attraversamento e’ piuttosto agevole fino a poco prima del margine opposto sul quale bisogna fare un po’ piu’ di attenzione. E’ infatti in corrispondenza della fine dell’attraversata che il ghiaccio e’ piu’ visibile ed occorre piu’ attenzione.
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 53,71 KB</font id="size1">
Nelle condizioni attuali stiamo parlando di soli 50 metri un po’ piu’ accidentati e delicati (zona cerchiata in giallo).
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 58,03 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 65,55 KB</font id="size1">
In giallo c’e’ un ometto che e’ un buon punto di riferimento nel caso si inizi a percorrere il tragitto in senso opposto
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 57,42 KB</font id="size1">
In compenso lo spettacolo del ghiaccio vivo che si ha nel versante opposto e’ meraviglioso e, soprattutto nelle giornate miti e soleggiate e’ un continuo susseguirsi di rumori e colpi di detriti che scivolano e questi movimenti di terriccio e sassi dalle creste delle pareti di ghiaccio sono spesso direttamente visibili a pochi metri di distanza.

<b>Fine ghiacciaio – Alpe Fillar</b>
Finito il ghiacciaio ci si dirige in leggerissima salita verso l’Alpe Fillar su un terreno pietroso ma facilissimo da percorrere
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 77,86 KB</font id="size1">
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 71,74 KB</font id="size1">
Per i percorsi che si diramano dall'Alpe Fillar si rimanda a reportage separati, cosi' come per la salita a piedi da Pecetto al Belvedere in alternativa alla seggiovia.
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm

Messaggioda dreamer » mer ott 07, 2009 12:13 pm

segnalo solo che quell'ometto indicato potrebbe già adesso non essere più lì, perchè il ghiacciaio si muove e modifica anche velocemente sia il percorso che l'orizzonte visibile una volta che ci si trova sui detriti... anche le paline segnaletiche vengono piantate ogni anno, e non è raro che vengano spostate più di una volta durante la stagione estiva. è assolutamente opportuno quindi seguirle attentamente.

la pietraia allo sbocco sul versante del fillar è il ricordo di una recente piccola alluvione, che ha spazzato la zona sotto alla torre di castelfranco / gran fillar. un evento simile aveva causato negli anni '50 - mi pare - l'abbandono dell'alpeggio stesso, fino ad allora ricco di pascoli.

escursioni dalla zona: bivacco belloni (E/EE), rifugio sella (E/EE), rifugio marinelli (EE), sentiero oasi faunistica (E), ma si rimanda ad altre schede, come segnalato da borca99.
dreamer
 
Messaggi: 1405
Iscritto il: gio nov 10, 2005 2:30 pm
Località: Lombardia

Messaggioda FioPos » mer ott 21, 2009 1:12 am

Aggiungo anche qui qualche foto panoramica all'ottimo reportage "tecnico" di borca99

Questa foto è scattata in realtà appena prima di arrivare al Belvedere, dalla pista di sci più a destra (salendo dall'alpe Burki) ma meritava a mio parere di essere messa: la lingua terminale del ghiacciaio nero del Belvedere, con la "galleria" alla base da cui sgorga il torrente... potenza della natura
FioPos
 
Messaggi: 109
Iscritto il: ven ott 02, 2009 8:54 pm
Località: Lombardia

Messaggioda FioPos » mer ott 21, 2009 1:21 am

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 315,6 KB</font id="size1">


Il ghiacciaio come si presenta all'inizio della traversata

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 321,23 KB</font id="size1">


a metà attraversamento... paesaggio davvero insolito, i crepacci in fondo ci ricordano di essere su un ghiacciaio!

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 269,24 KB</font id="size1">


Appena approdato sul bordo destro della lingua glaciale: muri di ghiaccio in primo piano, bosco cresciuto sulla morena più a monte in secondo piano, e sullo sfondo di nuovo ghiacci sulla est del Rosa [8)]

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 220,75 KB</font id="size1">


Sul bordo della morena laterale

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 304,51 KB</font id="size1">


Vista dalla zona dell'alpe Fillar


<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 223,3 KB</font id="size1">
FioPos
 
Messaggi: 109
Iscritto il: ven ott 02, 2009 8:54 pm
Località: Lombardia

Messaggioda borca99 » mar giu 07, 2011 1:27 pm

Un aggiornamento rispetto alla descrizione precedente datata 2009 dovuta all'attuale diversa conformazione del ghiacciaio in corrispondenza del margine presso l'Alpe Fillar
Ecco come si presentava il percorso uscendo dal ghiacciaio all'Alpe Fillar nel 2009
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 57,37 KB</font id="size1">

Qui invece si vede la situazione odierna.
In giallo c'e' il percorso che bisogna seguire ora e in rosso quello di 2 anni fa
<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 163,38 KB</font id="size1">
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm


Torna a Reportage - Itinerari escursionistici - Sentieri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron