Figli della Miniera: "Santa Barbara 2012"


Figli della Miniera: "Santa Barbara 2012"

Pubblicità

Pubblicità
 

Figli della Miniera: "Santa Barbara 2012"

Messaggioda Administrator » mer nov 28, 2012 10:41 pm

<center>


<font size="3"><b>Santa Barbara 2012</b></font id="size3"></center>
La festa di Santa Barbara in Valle Anzasca è particolarmente sentita e unisce, da sempre, la popolazione in momenti di religiosa intensità uniti ad altri di ilare festa. Sacro e profano uniti nel ricordo dei minatori che hanno lavorato nelle tante Miniere d'oro presenti in Anzasca.
Partendo dal basso troviamo le miniere di Val Toppa (Pieve Vergonte). Quelle della Val Segnara e Val Bianca (Calasca). Quelle dei Cani (Vanzone con San Carlo). Le Miniere più espanse erano però quelle ultimamente sfruttate dall'AMMI (Azienda Minerali Metallici Italiani) che avevano il proprio centro a Pestarena (Macugnaga) e lo stabilimento a Campioli (Ceppo Morelli). A queste dobbiamo aggiungere l'insediamento produttivo del Lavanchetto (Macugnaga) e quello delle Crocette (Città morta) (Macugnaga).
Una miriade di chilometri nelle viscere della terra. Migliaia di uomini, impiegati in diversi anni, tutti dediti all'estrazione dell'oro!
Oro è sinonimo di ricchezza, ma la ricchezza non era per gli operai. A loro restava una vita difficile, tribolata e soprattutto restavano il pericolo e la terribile silicosi, portatrice di morte precoce. Tempi duri! Difficili!
Oggi, gli ex dipendenti dell'AMMI sono ridotti a poche decine di persone, quasi tutti lavoravano all'esterno, ma molti conoscono bene la miniera e la sua storia. A loro si uniranno i figli ed i nipoti di coloro che “sono andati avanti”. Ci saranno una serie di cerimonie semplici e toccanti.
Fra queste segnaliamo:

<b><font size="3">PESTARENA</font id="size3"> (Macugnaga)</b>
<u>Domenica 2 dicembre</u> - Sempre curata dall'Associazione “Figli della Miniera” e celebrata da Don Maurizio Midali, Prevosto di Macugnaga e cappellano dell'associazione, ore 10.30 S. Messa in onore di Santa Barbara, protettrice dei minatori ed in ricordo di tutti i lavoratori della miniera. Seguirà la Processione per le vie del piccolo paese, antica sede della società AMMI, l'ultima che ha estratto l'oro dalle miniere.
- Ore 11,45 – Cerimonia di <b>intitolazione della piazza</b> centrale dell'abitato di Pestarena all'ingegner René Bruck.
Aperitivo, presso il bar-ristorante “Il Cantuccio”.
Distribuzione de “<b>Il Foglio d'Oro</b>”, pubblicazione annuale edita dall'associazione “Figli della Miniera”. In questo numero si parlerà della storia di Pestarena. Del mondo femminile che viveva accanto ai minatori. Prospettive future fra oro e inquinamento residuale. Tre “bambine” e l'altalena. L'oro di Castiglione. La donna delle miniere.
Insomma una pubblicazione da non perdere!
- Ore 12.30 pranzo conviviale presso il ristorante “Mondo d'Oro” di Ceppo Morelli.
- Ore 15,30 – Proiezione di alcuni <b>filmati in 3D</b>, realizzati nelle gallerie aurifere di Pestarena. La presentazione sarà curata dal gruppo speleologico Valseriana Talpe, diretto da Sergio Castelletti.
Alla giornata parteciperà anche <b>Claudia Chiappino</b>, geo-ingegnere, esploratrice dei siti minerari dimenticati.
Per info e prenotazioni pranzo, rivolgersi: alla Presidente, Ida Bettoni (340/3027095) oppure direttamente al ristorante: 0324/890118.

<b><font size="3">BARZONA</font id="size3"> (Calasca)</b> Altra terra di miniera, altri ricordi e altra festa in onore della Patrona dei Minatori. <u>Domenica 2 dicembre</u>, ore 11,30 Santa Messa solenne. Ore 15 Processione per le vie del paese con la statua di Santa Barbara. A seguire: incanto delle offerte; distribuzione di cioccolata calda e corroborante vin brulè. Info: Flavio Battaglia 3402432768.

<b><font size="3">RIBASSO MORGHEN</font id="size3"> (Ceppo Morelli)</b>
<u>Martedì 4 dicembre</u> - Organizzata dall'Associazione “Figli della Miniera” in collaborazione con il “Comitato Ribasso” – ore 10.30 Santa Messa presso la cappelletta di Santa Barbara (Messa all'aperto che si tiene con qualsiasi tempo: freddo, neve), in onore della Patrona dei minatori.
A seguire, cioccolata calda e vin brulè offerto dagli organizzatori.

<b><font size="3">BORCA</font id="size3"> - Miniera della Guja (Macugnaga)</b>
<u>Martedì 4 dicembre</u> – ore 14.30 Santa Messa celebrata all'interno della Miniera della Guja, una delle vecchie miniere oggi trasformata in museo visitabile tutto l'anno. Info: 0324-65570.

<center><b>La Cappelletta al Ribasso Morghen</b>

<font size="1"> Foto dei "Figli della Miniera</font id="size1"></center>
Administrator
 
Messaggi: 520
Iscritto il: ven set 09, 2005 5:17 pm
Località:

Messaggioda Administrator » mer nov 28, 2012 10:57 pm

<center>


<b><font size="3">Piazza René Bruck:
il perché di un'intitolazione</font id="size3"></b></center>

La Giunta del Comune di Macugnaga, esaminata l'istanza presentata da Ida Bettoni, presidente dell'associazione “Figli della Miniera”, con propria delibera n° 66 del 13/09/2012, autorizza l'intitolazione della piazza centrale del Centro Abitato di Pestarena, a René Bruck...
Ma effettivamente chi era costui? Nasce a Ginevra il 29 Ottobre 1905. Compie gli studi al Politecnico di Berlino, diventando ingegnere minerario. E' la società “Pietro Maria Ceretti”, allora proprietaria delle Miniere d'Oro di Pestarena, diretta dal dr. Alessandro Boni, a volere l'ing. René Bruck come Direttore Minerario. Arriva a Pestarena il 10 febbraio 1937 e vi rimane fino al 31 luglio 1945 quando l'AMMI (società statale subentrata alla “Pietro Maria Ceretti”) procede alla sua epurazione, in quanto tedesco. Il suo allontanamento scatena le vibranti proteste da parte dei suoi minatori, ma l'AMMI mantiene il proprio rigido atteggiamento. Dell'ingegner Bruck (che agiva in accordo con il dr. Boni), si ricordano i molti lavoratori, assunti con l'ufficiale prospettiva di aumentare la produzione mineraria, ma in realtà, agli stessi era concesso l'esonero militare e quindi evitata la guerra. L'ingegner Bruck, assieme a Don Giuseppe Soldani e a Don Benedetto Galbiati, è anche andato incontro alla colonna nazifascista che stava venendo a bruciare l'intero paese di Pestarena per rappresaglia conseguente al trafugamento dei bidoni auriferi. A René Bruck va pure dato merito di aver contribuito alla lotta contro la silicosi mediante aspirazione della polvere dal fondo del foro fatto nella roccia (brevetto Vigliani-Bruck). Negli anni che hanno preceduto la chiusura delle miniere d'oro di Pestarena, l'ing. Bruck ha aiutato molti minatori ad andare in Africa a lavorare nelle diverse miniere di quel lontano continente.

<center><b>L'ing. René Bruck nel 1939 (circa) </b>

<font size="1"> Foto dei "Figli della Miniera"</font id="size1"></center>
<hr noshade size="1">
Sulla nuova edizione del "<b>Foglio d'oro</b>" - in distribuzione da domenica 2 Dicembre - potrete trovare alcune considerazioni di <b>Paolo Crosa Lenz</b> inerenti l'<i>attualissimo</i> stato di inquinamento riscontrato negli antichi siti minerari. Più avanti verrà riportato anche sul Forum.
Administrator
 
Messaggi: 520
Iscritto il: ven set 09, 2005 5:17 pm
Località:

Messaggioda Andry CP » sab dic 01, 2012 7:32 pm


<font size="1"> Foto di Vincenzo Nanni</font id="size1">
Andry CP
 
Messaggi: 3004
Iscritto il: sab nov 26, 2005 9:30 pm
Località:


Torna a Comunicati ufficiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite