Un altro treno sotto al Rosa


Un altro treno sotto al Rosa

Pubblicità

Pubblicità
 

Un altro treno sotto al Rosa

Messaggioda Andry CP » gio ago 23, 2007 1:33 pm

Ho trovato un articolo su La Stampa che ritengo giusto inserire nel Forum per far capire che non solo Macugnaga si muove verso nuove strade per tentare di risollevare il futuro turistico del proprio paese. Notate bene la cifra che spenderebbero a Gressoney..

"<font size="1">PROGETTO. PRIMO VIA LIBERA
“Faremo un trenino tra le due Gressoney”
Sarà lungo 13 chilometri e costerà oltre sessanta milioni

GRESSONEY-LA-TRINITE’ - Un trenino nelle viscere della montagna per collegare gli impianti di risalita di Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité. Il progetto, chiamato «Trenino del Monte Rosa» (da non confondersi con quello che dovrebbe unire Piemonte, Valle d’Aosta e Svizzera attraversando il Rosa), è stato presentato in Consiglio comunale a La Trinité (promotore dell’iniziativa) perché entrerà a far parte del programma di sviluppo turistico delle due Gressoney. «E’ una vecchia idea, ora ripresa - ha detto il sindaco Massimo Comune -. Partirà da Champsil, prima frazione di Saint-Jean, e giungerà a Staffal, nel comune di La Trinité». Dallo studio di fattibilità emerge che il percorso, di circa 13 chilometri, sarà per buona parte in galleria. «Sono previste stazioni dove i turisti potranno lasciare l’auto», hanno spiegato i progettisti. Piccole aree di sosta lungo il tracciato eviterebbero la costruzione di un grande parcheggio. Ha continuato il sindaco: «L’obiettivo primario è far spostare in breve tempo i turisti, senza creare ingorghi di auto, per dare nuovo impulso al territorio». Il treno sarà composto di veicoli modulari che potranno essere tolti o aggiunti secondo i periodi. L’ideale, per gli amministratori, sarebbe la realizzazione in contemporanea della Porta della Valle d’Aosta, l’area con 1300 parcheggi per auto e 100 per i pullman, prevista a Pont-Saint-Martin. «La sua costruzione e il nostro trenino consentirebbero di lasciare buona parte delle auto fuori della Valle del Lys, risolvendo i problemi di viabilità». L’opera, che costerà dai 60 agli 80 milioni di euro, è stata approvata anche da Saint-Jean. «Abbiamo chiesto di ridurre le stazioni per velocizzare il trasporto: il trenino funzionerà solo se offrirà un servizio veloce quanto l’auto», dice il sindaco Aldo Comé. Il turismo montano è in crisi e i Comuni corrono ai ripari. Approvando opere che liberino dalle auto le lunghe vallate, troppo spesso, soprattutto nei fine settimana, bloccate dal traffico. Lo hanno fatto le due Gressoney approvando il progetto di un trenino, con la speranza che si realizzi l’area di sosta all’imbocco della vallata. E lo ha fatto il Comune di Ayas, concordando la costruzione di un tunnel che elimini il traffico dal centro di Champoluc. Due grandi opere, che devono ancora trovare un finanziamento. Già individuato in parte ad Ayas, per il costo minore (16 milioni e mezzo di euro) dovuto alla lunghezza limitata (circa 300 metri), ancora da pensare a Gressoney.</font id="size1">"
Andry CP
 
Messaggi: 3004
Iscritto il: sab nov 26, 2005 9:30 pm
Località:

Torna a Macugnaga domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite