I'VE A DREAM !!


Pubblicità

Pubblicità
 

Messaggioda dreamer » ven gen 10, 2014 6:36 pm

da carta valanghe, la zona interdetta a costruzioni si ferma alla strada. quindi sull'ex-tambach non posso fare nulla. il terreno lato anza invece è un'altra zona, con minori vincoli - non è che non ci sono, ma sono minori e credo superabili.
dreamer
 
Messaggi: 1405
Iscritto il: gio nov 10, 2005 2:30 pm
Località: Lombardia

Messaggioda pitoro » lun gen 13, 2014 9:34 pm

Andy, quel muraglione può solo direzionare l'eventuale valanga verso la "nostra" zona:-( Impedisce ogni possibilità di allargamento del fronte verso valle e aumenterebbe la velocità della neve. Come qualunque argine artificiale: protegge e direziona
pitoro
 
Messaggi: 277
Iscritto il: mar apr 14, 2009 3:10 am
Località:

Messaggioda Andry CP » mar gen 14, 2014 12:09 am

Io, a questo punto, punterei molto di più sulla prevenzione "a monte", piuttosto che sul contenimento e deviazione a valle.. Come ho scritto, ci sono decine di strade/abitati/impianti su tutte le Alpi che usano metodi preventivi e che hanno risolto annosi problemi di sicurezza contro le valanghe. Cose tipo questa:

[url="http://www.altaquotasrl.it/sicurezza_ambiente/realizzazioni/paravalanghe.php"][/url]

Tra l'altro anche la zona Rosareccio - Pizzo Bianco sarebbe bonificabile con questi metodi, e mi sono sempre domandato perché in 40 anni non sia mai stato fatto.. <font size="1">(forse sbaglio, ma mi sa che ricorre in questi giorni proprio il 40° anniversario dalla valanga che fece chiudere quel comprensorio!)</font id="size1">
Ciaoo..
Andry CP
 
Messaggi: 3004
Iscritto il: sab nov 26, 2005 9:30 pm
Località:

Messaggioda dreamer » mar gen 14, 2014 4:40 pm

naaah... valanga 10/3/75... se mai, quest'inverno ricorre il 50° di inaugurazione della funivia, avvenuta nel '64... dall'archivio de 'la stampa':

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 37,51 KB</font id="size1">
dreamer
 
Messaggi: 1405
Iscritto il: gio nov 10, 2005 2:30 pm
Località: Lombardia

Messaggioda petardo » mer gen 15, 2014 12:17 am

Apprendo da questo articolo che nella prima metà degli anni sessanta a Macugnaga sono state realizzate 3 funivie in 4 anni...

Sembra un film di fantascienza...

Poi cos’è successo??
petardo
 
Messaggi: 216
Iscritto il: dom apr 17, 2011 12:45 am
Località:

Messaggioda andy2512 » mer gen 15, 2014 9:54 am

I Maya sono tornati sulla Luna!
andy2512
 
Messaggi: 657
Iscritto il: mar ott 12, 2010 6:27 pm
Località: Piemonte

Messaggioda FioPos » mer feb 05, 2014 1:21 am

Confermo per quel che vale (in attesa di pareri più tecnici) che l'idea cabinovia con fermata intermedia è fattibilissima e ce ne sono in giro diverse... vedi ad esempio la Aosta-Pila... volendo anche seggiovie (es. S. Giuseppe- Chiesa Val Malenco).
Piuttosto non sono convinto di un minore impatto di una cabinovia (almeno verso il Bill, impianto che taglierebbe trasversalmente la valle), con i suoi piloni più numerosi perchè inevitabilmente più bassi, e forse con limite di franco verticale rispetto al terreno... di sicuro con più cabine in linea in ogni istante. Aspetto da approfondire direi...

Ovviamente realizzare un piano del genere cambierebbe Macu da così a così (dovreste vedere la mia mano nel mentre!) e ne renderebbe l'offerta molto più appetibile anche per delle nicchie... un po' meno nicchie di quanto si vagheggia un po' troppo pericolasamente a volte, imho... ma questo è un altro discorso da non riaprire qui [:D]

Il problema si dice giustamente sono i soldi.... vero, ma quasi gli stessi soldi servirebbero comunque anche per rifare gli impianti dei due comprensori ricalcando l'assetto attuale... idem per un eventuale rifacimento di un impianto per il Rosareccio da Pecetto come una volta.
Quindi ammettendo per un attimo di trovare in qualche modo le risorse economiche, penso sarebbe di massima importanza convergere con determinazione su un piano complessivo di ampio respiro come questo, tenendo conto che un occasione del genere non si ripresenterebbe più per svariati altri decenni! Mai come questa volta una mentalità di basso profilo, di pura sostituzione, sarebbe una grossa ipoteca sul futuro... come stazione sciistica almeno.
Quindi ben venga bussare a regione, svizzeri, emiri, qualunque porta per le risorse! [:o)] Ma con un programma chiaro e una visione unitaria per un rilancio possibile (al limite non è peccato né soldi buttati rivolgersi a gente del mestiere per una consulenza...so che Leitner e compagnia propongono anche questi servizi da un po'...)!
FioPos
 
Messaggi: 109
Iscritto il: ven ott 02, 2009 8:54 pm
Località: Lombardia

Messaggioda andrea » mer feb 05, 2014 4:37 pm

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">FioPos ha scritto:

Quindi ammettendo per un attimo di trovare in qualche modo le risorse economiche, penso sarebbe di massima importanza convergere con determinazione su un piano complessivo di ampio respiro come questo, tenendo conto che un occasione del genere non si ripresenterebbe più per svariati altri decenni! Mai come questa volta una mentalità di basso profilo, di pura sostituzione, sarebbe una grossa ipoteca sul futuro... come stazione sciistica almeno.

</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

Ecco, questo è il punto centrale di tutto, e che condivido totalmente.
andrea
 
Messaggi: 27
Iscritto il: sab set 13, 2008 12:38 pm
Località: Lombardia

Precedente

Torna a Macugnaga domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron