Studio Finpiemonte giugno 2010


Pubblicità

Pubblicità
 

Messaggioda meccia » mer gen 12, 2011 3:41 pm

il valore del documento è, per me, intrinseco alla sua esistenza.
esplico: intanto c'è. e finalmente si smette (meglio: non dovrebbe piu' accadere)di prendere decisioni dell'ultima ora e non integrate fra loro. che ad ogni cambio d'amministrazione si azzera tutto e si va in direzione ugale e contraria. che non verranno prese in esame tutte le proposte private che non abbiano pertinenza al "piano". e si spera che ci si adoperi per incentivare i privati che, invece, vorranno avere iniziative ad esso pertinenti.
naturalmente le espressioni politiche delle amministrazioni a venire potranno dare una loro interpretazione di priorita' e metodi ma poi........

su quanto detto sopra : vero ho colto anch'io alcune "leggerezze" e lacune sull'esistente . cioè:che a parita' di posti letto il primo intervento (dovrebbe) essere verso la riqualificazione degli stessi (stelle di trentanni fa.....).sul finanziamento delle opere e progetti sia pubblici che privati. ma ci si puo' lavorar su.

credo che il telemix non abbia proprio nulla di definitvo o risolutivo. ma, anzi, faccia perdere di snellezza e flessibilita' i costi fissi di una societa' gestione impianti che, non dimentichiamo essere praticamente pubblica, quindi pagheremo (principalmente) noi villeggianti. e poi deve partire sempre da pecetto? rosareccio solo via cavo?........(sapete come la penso!!!) una pecetto2 ztl+mine e bulldozer .......partenza dal fontanone arrivo alla pedriola,strada bianca al rosareccio che d'inverno diventa pista di rientro.......tanto fra trentanni non ci sara' piu' il ghiacciaio quindi meglio portarsi avanti coi lavori ([:D][:D]).
Io (sciatore accanito) non credo proprio che lo sci possa' piu' tornare ai livelli di un tempo. essere motore di sviluppo per macu.credo anche che i target di comparazione non debbano essere le altre localita' ossolane. non per i 3000m o per raggio del 1,5h da milano. credo che qui si abbia una rara possibilita' di creare la prima stazione sciistica,naturalistica,welness,completa invernale ad 1,5h da milano. le altre ossolane se hanno le piste o gli impianti mancano di servizi. se hanno i paesaggi mancano di impianti o di altitudine ecc. ecc. tremo all'idea di una grande stazione invernale con ricambi turistici settimanali. auspico un debito compromesso tra turistico e residenziale ....come gia' accade in estate (riapriamo le secondecase!!).

se accantoniamo il w/e e discutiamo sul tipo d'impianto al belvedere tutto il resto mi sembra fattibile,no?
sul lago secco........se si trova un grande gruppo immobiliare, a cui si da carta bianca per una strada e logistica, in cambio
si potrebbe ricavarne uno splendido insediamento di baite in stile walser con una piazzetta che evidenzi i reperti archeologici dei primi insediamenti. forse un albergo a 4 stelle. manca il sole per tre mesi e la vista sul rosa?
come a pestarena,fornarelli, isella, opaco e ripa.....questione di abitudine.tutto purche' ci siano investimenti privati.
e così farei anche per il bil. meglio una strada bianca che un bucoaldorf. meglio i villeggianti dei pendolari dello sci.
parola di cinicopalazzinaro.

molto interessanti i vostri pareri
continuate!!!
meccia
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Messaggioda borca99 » mer gen 12, 2011 4:07 pm

Scusate ma quando io e meccia avevamo osato ipotizzare una sistematina alla strada per il belvedere molti ci erano saltati addosso (...nel senso buono) e ora che si ipotizza addirittura uno scempio paesaggistico al lago secco tutto ok ?
borca99
Site Admin
 
Messaggi: 1087
Iscritto il: mer apr 18, 2007 6:46 pm

Messaggioda zazaz » mer gen 12, 2011 4:12 pm

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">borca99 ha scritto:

Scusate ma quando io e meccia avevamo osato ipotizzare una sistematina alla strada per il belvedere molti ci erano saltati addosso (...nel senso buono) e ora che si ipotizza addirittura uno scempio paesaggistico al lago secco tutto ok ?
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

Eheheh...
Scusate l'auto-citazione...[:D]

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">zazaz ha scritto:

Il discorso del complesso al Lago Secco, dell'illuminazione del Rosa e roba di questo genere, <u>le trovo poco "plausibili"</u> (ma magari sono io che non vedo abbastanza "lontano"...) e difficilmente realizzabili a causa del difficile connubio con l'ambiente e soprattutto con gli ambientalisti. Come gia' detto, non fanno togliere due sassolini dalla Moro-Bill, figuriamoci fare <u>certi scempi...</u>

</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
zazaz
 
Messaggi: 493
Iscritto il: mer gen 21, 2009 3:08 pm
Località: Lombardia

Messaggioda vivamacu » mer gen 12, 2011 4:20 pm

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">sapete come la penso!!!</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
Sì, la pensi male! [:D][:D][:D][:D]
<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">partenza dal fontanone arrivo alla pedriola,strada bianca al rosareccio che d'inverno diventa pista di rientro</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
Ma come fai a raggiungere la Pedriola con un ghiacciaio di mezzo e come fai a fare una pista tra Rosareccio e Pedriola (dislivello zero e versante completamente valanghivo) non riesco mai a immaginarmelo! Non mi spiacerebbe una cartina per visualizzare la cosa...
<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">e così farei anche per il bil. meglio una strada bianca che un bucoaldorf. meglio i villeggianti dei pendolari dello sci.</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
Ma meglio ancora nessuna delle due cose. Parcheggi interrati a Staffa, e tutti i residenti su in funivia. Praticamente lo stesso progetto del Lago Secco (là vogliono una funicolare) ma in posizione molto più soleggiata e panoramica e meno invasiva come distruzione dell'appeal visivo.
<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">Scusate ma quando io e meccia avevamo osato ipotizzare una sistematina alla strada per il belvedere molti ci erano saltati addosso (...nel senso buono) e ora che si ipotizza addirittura uno scempio paesaggistico al lago secco tutto ok ?</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
E' la percezione del pericolo che stimola le reazioni. La stradina per il Belvedere c'è già nonostante le trentordicimila promesse di inerbimento, e quindi mi sta sullo stomaco. L'insediamento al Lago Secco è fantaimmobiliarismo.
vivamacu
 
Messaggi: 732
Iscritto il: lun dic 05, 2005 7:00 pm
Località:

Messaggioda zazaz » mer gen 12, 2011 4:56 pm

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">vivamacu ha scritto:

L'insediamento al Lago Secco è fantaimmobiliarismo.
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">

Mi perdonino gli immobiliaristi...
Ma dopo che Macugnaga si è chiusa dentro il recinto dello sviluppo edilizio ed immobiliare (tanti soldi in poco tempo), rischiando di non riuscire ad uscirne più a causa del tracurare tutto il resto (offerta turistica in primis), ancora pensano di costuire e vendere, costruire ed affittare costruire e... Non aver altro da fare se non le faccende domestiche, poi?
Scusate il sarcarmo, ma il pensiero è serio...
zazaz
 
Messaggi: 493
Iscritto il: mer gen 21, 2009 3:08 pm
Località: Lombardia

Messaggioda dvide f 3 » mer gen 12, 2011 6:50 pm

Per quanto riguarda il confronto con le località della zona, io ho trovato il confronto almeno incoraggiante, perchè si è potuto notare che da quando è Monterosa Star a gestire gli impianti c'è stata una seppur debole ripresa. Infatti tempo fa avevo letto un'altra analisi della regione piemonte che prendeva in esame gli skipass venduti nel 2006 e si notava come Macu (che aveva venduto, mi pare poco più di 25.000 skipass) fosse dietro, oltre che al Mottarone anche a Domobianca, e a livello regionale anche a stazioni come Prali (!) e Bielmonte (!!) [:0]... Dallo studio si vede come gli skipass venduti abbiano avuto un incremento e questo trend di crescita è confermato anche negli ultimi anni. Nel sito neveazzurra.org si può trovare una discussione in cui sono raccolti i dati sugli skipass venduti della scorsa stagione e Macu lo scorso inverno ha finalmente superato quota 40.000 skipass venduti (nel 2008/2009 si era intorno ai 38.000), segno che una leggera crescita c'è stata. Detto questo è certo che per pensare ad una crescita ed uno sviluppo della località bisogna confrontarla con località maggiori, già nello studio si può trovare un confronto con Alagna e Madesimo (località già abbastanza importanti) ed anche con i Piani di Bobbio (che nonostante siano un piccolo comprensorio, sono la quarta realtà lombarda per skipass venduti, dopo Bormio, Livigno e Adamello Ski). Io avrei visto bene anche il confronto con qualche località valdostana ed anche con San Domenico, l'unica località ossolana, oltre a Macugnaga, che ha buone potenzialità di sviluppo sia in piste da sci che in servizi. Infatti, la nuova gestione di San Domenico punta a trasformare questa località nel giro di pochi anni nella prima località montana della Provincia e per farlo pensa a grandi investimenti (già fatta una nuova pista da sci, e quest'estate dovrebbero partire i lavori per realizzare la prima seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico di tutta l'Ossola, ed in futuro si pensa ad ulteriori ampliamenti del comprensorio, e a creare più posti letto).

Per quanto riguarda il telemix, si è pensato a questa tipologia di impianto, quasi inedita in Italia (ce ne sono pochi, uno all'Alpe di Siusi, uno a Prati di Tivo negli appennini e pochi altri ancora). Io personalmente ho provato il telemix Bullaccia dell'Alpe di Siusi (aperto nel dicembre 2009) ed è un bellissimo impianto, lì è stato pensato per favorire oltre agli sciatori, anche i fruitori della pista di slittino (disciplina assai praticata in Sudtirolo). A Macugnaga come si è detto è l'utilizzo estivo (quindi pedonale) delle seggiovie che tiene in piedi tutto. Il telemix è stato pensato, a mio avviso, per offrire un servizio di qualità agli escursionisti, ed allo stesso tempo migliorare l'offerta per gli sciatori. Il problema, come si è detto è che le piste del Belvedere sono corte e non molto larghe, quindi il telemix, ma anche una semplice seggiovia ad agganciamento automatico convoglierebbe troppi sciatori sulle piste (ai Piani di Bobbio quest'estate, per realizzare il loro primo agganciamento automatico hanno dovuto ridisegnare completamente le piste, spendendo altri 2 milioni, in aggiunta ai 5 per la seggiovia). Secondo me con due belle seggiovie quadriposto ad attacchi fissi carenate, con tappeto d'imbarco e seggiolini imbottiti (per avere un maggior confort anche per gli escursionisti in estate), il Belvedere sarebbe a postissimo. La spesa sarebbe pari circa ad un terzo di quella per il telemix e i pedoni sarebbero sicuramente contentissimi, solo per il fatto di non dover più prendere la seggiovia blu a 2 posti del burki.
dvide f 3
 
Messaggi: 226
Iscritto il: gio dic 20, 2007 5:32 pm
Località: Lombardia

Messaggioda meccia » mer gen 12, 2011 8:29 pm

pienamente concorde, la quadriposto è ottimale. e ti confesso che quando ho provato (lo scorso dicembre) la bullaccia a siusi
di bello cio' trovato solo le scritte sulle cabine ...per il resto ho pensato che solo loro potevano sprecare tanti soldi in una localita' tanto piatta (ot).

scusate se insisto ma per me il tracciato puo' benissimo essere ridiscusso. ed anche la possibilita' di un impianto modulare.
oggi arrivo qui (al belve) domani ......

superare il ghiacciaio? è possibile , c'era pure una teleferica che arrivava allo zamboni.dovresti solo "aiutare il livellamento"...
qualche piloncino sino a sx del rifugio (d'estate riempiamo l'alpe
di gente con le infradito e musica a palla ..ahaahha)
al pedriola uno skilift (da pochi euro)mi porta qui:


<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 188,31 KB</font id="size1">

da qui potrei tornare al belve via rio pedriola,traversare il ghiacciaio e arrivare alla ruono o farmi la "panoramica" :un traverso da piu' di un km che mi porta dritto al rosareccio.con paravalanghe.e
vista su tutta macu...poi nella polvere del versante nord giu' sino a pecetto (ma,qui, non abbiamo la faccina che si fa il cannone?..ci stava bene)

so perfettamente che le opere sarebbero parecchio invasive e la fattibilita' da manuale d'ingegneria......ma la fattibilita' c'è. ma tranquillo (vivamacu) non insisto e mi limito alla realta' "aiutami
con la quadriposto e mi mettero' anch'io degli zuava e camicia scachi"
[:D][:D]

non credo nella speculazione edilizia, come motore dell'economia. ma credo fermamente che ci sia una cospicua domanda di seconde case, di qualita' medio alta in tipico stile walser in una localita' che sia sinonimo di relax,qualita'della vita e vita all'aria aperta.
(come di strutture ricettive atte allo stesso scopo e dedicate a quel tipo di clientela).
e credo che se ben governata quel tipo di urbanizzazione possa generare economia turistica e senza nemmeno troppa concorrenza (certamente piu' simile a champoluc che a varzo). oneri urbanistici proporzionati al progetto. rigidita' assoluta su cubature,materiali e stili .facilitazioni verso le ristrutturazioni and so on.....

poi se invece il piemonte stanziera' soldi a copertura' di tutto il piano ......per me i privati possono continuare a dormire nel loro trentennale letargo d'imprenditori turistici .....ed io potrei anche diventare un sinistroidestatalista (ahahahahah.....questa è bella!!)
meccia
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Messaggioda meccia » gio gen 13, 2011 2:00 pm

<div align="center" id="quote2"><table class="quote"><tr><td class="quotetd"></td></tr><tr><td class="quotetd2"><span class="quotetext">dvide f 3 ha scritto:

secondo me una cosa fondamentale, che viene tralasciata dallo studio la questione della manutenzione, segnalazione, sviluppo dei sentieri. Una rete di sentieri in condizioni migliori potrebbe anche incentivare il recupero di qualche alpeggio, desolatamente abbandonato. A parte i sentieri principali, ce ne sono alcuni messi veramente male e poco segnalati, che meriterebbero di essere valorizzati.
</span></td></tr></table></div align="center" id="quote2">
io, invece, sono contento dell'omissione. perchè tremo all'idea di una gestione comunale dei sentieri(burocrazia/costi fissi). spero sempre nella gestine degli stessi da parte del CAI e del TMR .con lavori appaltati ad imprese locali e finaziati dal famoso "Fondo Tuela Sentieri" (alimentato da:
stanziamenti comunali,provinciali,regionali+5per mille al CAI macugnaga+merchandising+festa campestre....io ci credo sempre!!!)


passo
meccia
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Messaggioda meccia » mer mar 23, 2011 9:21 pm

<font color="black"><font size="4">cari elettori, cari amministratori</font id="size4"></font id="black">

dando per assodato che i prox programmi elettorali (da presentarsi alle prox elezioni del 15 e 16 maggio ) dovranno necessariamente tenere conto del cammino (sin qui) intrapreso , del sopra citato studio di finpiemonte e soprattutto della scarsità di risorse....
mi chiedevo : ma il "percorso vita" potremmo trasformarlo in "percorso acque" ?

<b>Immagine:</b>

<font size="1"> 245,52 KB</font id="size1">

fontane disseminate su di un tragitto che naturalmente si integrera' in una successiva (eventuale) pedonalizzazione di macu. dalla guia a pecetto. passeggiata tonificante e terapeutica da celebrare ogni anno in occasione della giornata mondiale dell'acqua (che era ieri). miglioria a bassissimo costo ed impatto che potrebbe regalare anche un percorso didattico per scolaresche (non sono molte le localita' con ghiacciai ,fonti e centraline idro in pochi km). da aggiungere ai vari musei . insomma giusto un contributo......


ps. l'opera d'arte nella foto, si trova a mondelli (....buona camminata!)
meccia
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Messaggioda pitoro » gio mar 24, 2011 12:14 am

meccia, meccia...

il sentiero (percorso, strada, via...) delle acque è davvero una bellissima idea. Tema forte e ben spendibile, costi di realizzazione e gestione contenuti, impatto zero.

Però quella cosa della pedonalizzazione... Ti basti sapere (ma l'ho già scritto su questo forum) che le statistiche delle presenze italiane di località car-free come Zermatt e Saas Fee raggiungono a malapena l'1(uno) per cento, le più basse del Vallese. Il motivo? Gli italiani non sanno rinunciare all'idea dell'auto sempre disponibile. Infilarsi una bomba a mano, senza sicura, in un orecchio farebbe meno male
pitoro
 
Messaggi: 277
Iscritto il: mar apr 14, 2009 3:10 am
Località:

Messaggioda Carlolibri » gio mar 24, 2011 11:20 am

A proposito di acqua, il problema è che al 70% di Italiani se gli levi l'acqua calda (leggi automobile, ma anche tante altre cose) muore. A breve dovremo darti tutti quanti una regolata altrimenti la vedo molto dura.
Carlolibri
 
Messaggi: 114
Iscritto il: dom dic 28, 2008 1:23 pm
Località:

Messaggioda andy2512 » gio mar 24, 2011 11:31 am

argomento pedonalizzazione:perché no?macugnaga potrebbe aver finalmente qualcosa di unico nel nostro paese.è inutile aspettare i grandi investimenti che forse un giorno arriveranno,iniziamo a fare piccole "grandi" core da pubblicizzare in tutta Italia,portiamo la gente a camminare sotto il Rosa senza controllare dove vanno i loro figli,a bere una coca e mangiare un gelato senza le auto che ti parcheggiano a 2 metri
andy2512
 
Messaggi: 657
Iscritto il: mar ott 12, 2010 6:27 pm
Località: Piemonte

Messaggioda pitoro » gio mar 24, 2011 4:08 pm

perdonami Andy ma non credo proprio che sia il caso. La pedonalizzazione prevede intanto una spesa (non un investimento, perchè come detto non dà ritorni economici. Anzi) non indifferente. Pensa ai grandi parcheggi (custoditi) di corrispondenza da costruire, con tanto di vie d'accesso e messa in sicurezza. Poi occorre creare percorsi viari alternativi per i residenti e fornitori di servizi. E ancora allestire e gestire un servizio di navette elettriche comunali in grado di soddisfare le esigenze di tutti, ospiti e residenti, a qualunque ora.
Anche se ci fosse l'indispensabile volontà fortemente condivisa, tutti questi quattrini a Macu non ci sono.
pitoro
 
Messaggi: 277
Iscritto il: mar apr 14, 2009 3:10 am
Località:

Messaggioda meccia » gio mar 24, 2011 6:21 pm

sono d'accordo con entrambi, infatti:
"la via delle acque" sono certo che funzionerebbe ....come anche la pedonalizzazione. ma, per i primi anni, si potrebbe pensare al destra anza; da fornarelli al dorf (via pratoni), che gia' esiste . lasciando l'accesso alle auto su strada e lontane dalla strada bianca che avrebbe fontane ad ogni 500 mt panchine e lampioni "eco". successivo passo sarebbe la chiusura dell'anello con pedonale dal dorf a borca ........poi se cambiera' la cultura italica ci mettiamo un attimo a tirare una sbarra!(ma anch'io non ci credo molto ...ecco perchè ho parlato di "eventuale" pedonalizzazione , che si sa in un programma elettorale fa sempre molto ecofriendly [:D][}:)][:D])
meccia
 
Messaggi: 2024
Iscritto il: mar gen 02, 2007 10:21 pm

Messaggioda andy2512 » gio mar 24, 2011 7:45 pm

un voto per meccia!
andy2512
 
Messaggi: 657
Iscritto il: mar ott 12, 2010 6:27 pm
Località: Piemonte

PrecedenteProssimo

Torna a Macugnaga domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron