Nuove delibere comunali


Pubblicità

Pubblicità
 

Messaggioda alaclaudio » gio mar 02, 2006 2:06 pm

Da "Discovery Alps"
04 gennaio, nella sede della Comunità Montana di Crodo (VB), i legali rappresentanti delle Associazioni: “Walser Formazza” di Formazza, “Alte Lindebaum Gemeinde” di Macugnaga, “Comunità di cultura Walser” di Campello Monti, “Walser Salecchio” di Premia, ”Cantar Storie” di Domodossola, oltre alla Fondazione “Enrico Monti” di Anzola d’Ossola, e i Sindaci dei Comuni di Premia, Baceno, Formazza e Macugnaga, hanno riunito le loro forze in un associazione temporanea di scopo e mandato, denominata “I Walser del VCO”.

L'obiettivo è quello di realizzare un servizio di ricerca, raccolta documenti, catalogazione e digitalizzazione, che consentirebbe di creare un “data base culturale” relativo alla storia e alla cultura delle popolazioni walser.
Tale progetto denominato “Walser Alps” ha come capofila la signora Valeria Bacher, presidente dell’Associazione Walser Formazza, ed è a sua volta parte integrante del Progetto Interreg III/B Alpine Space 2000-2006.

L’incarico era stato formalizzato ai “Walser del VCO” nel novembre 2005, in seguito alla loro partecipazione al bando di concorso pubblicato dalla Provincia del Verbano Cusio Ossola nel medesimo anno.

Il progetto “Walser Alps” è la continuazione di due iniziative di grande rilievo che la Fondazione Enrico Monti di Anzola d’Ossola, d’intesa con la Fondazione Internazionale Monte Rosa di Alagna Valsesia, aveva promosso nel 2002, presentandole e facendole approvare nel corso degli “Stati Generali dei Walser”, tenutisi a Macugnaga il 04 maggio di quell’anno per iniziativa della stessa Fondazione Monti e della Provincia del Vco. La prima riguardava la candidatura delle “Alpi Walser” tra i siti protetti dall’UNESCO; la seconda verteva sulla presentazione, all’Unione Europea, di un progetto Interreg III/B “Spazio Alpino” con la partecipazione dei partners di 5 diversi paesi alpini.
alaclaudio
Site Admin
 
Messaggi: 327
Iscritto il: gio nov 10, 2005 4:17 pm
Località: Legnano

Messaggioda chiara » mer mar 15, 2006 10:47 pm

per quanto riguarda lo sportello...
ieri alla consulta è venuto fuori che lo sportello walser della iat è solo per dare delle info sulla cultura walser perchè il resto è demandato alle associazioni ( cosa che faceva anche Sara senza avere sta "carica",se così si vuole chiamare) , che la persona che sta lì se serve andrà in giro ad accompagnare i gruppi a visitare i siti walser e non ( cosa che nn può fare in quanto chi sta alla iat ora è accompagnatore turistico e nn guida , e solo una GUIDA può portare le persone in giro per il paese e raccontargli il tutto. Anche se qualcuno si ostina a dire che IO mi sbaglio nel dire questo, peccato che ci sia una legge che disciplina le due professioni.. ma sapete ,quando l'ho fatto notare, mi han detto che LA LEGGE VA INTERPRETATA...)cmq... c'erano 8000€ all'anno per lo sportello walser , hanno fatto un bando che è andato diciamo così DESERTO, anche se non è vero che è andato deserto, quindi il comune ha fatto un appalto che ha accorpato iat e sportello ( vi faccio solo notare che per il primo bando quasi bisognava essere laureati all'università dei walser poi praticamente bastava aver sentito per caso cosa fossero 'sti walser e poteva bastare , no comment a riguardo che c'ho già perso delle notti insonni)... quindi ci sono 8000€ in più? chi sta alla iat si prende i soldi dell'appalto + gli 8000???? a macu faremo come a Cogne...loro hanno gli omicidi noi abbiamo gli sportelli del mistero...
ai posteri l'ardua sentenza

e mi firmo pure per esteso

Chiara Lanti



<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">Citazione:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Messaggio inserito da Andry CP</i>

<i>Riprendo la discussione sullo Sportello Walser, per porre l'attenzione su un particolare molto importante inerente la futura realizzazione/gestione del suddetto servizio.</i>
<i>L'utilizzo del sito <i>www.walser.it</i> , che � quello linkato dal sito del Comune di Macugnaga, � forse la cosa pi� importante di tutto il discorso Sportello, perche � la Sede ideale per archiviare tutta la documentazione che verr� raccolta e perch� � il mezzo pi� ovvio per renderla disponibile a tutti (ricordo che sono coinvolti 12 Comuni).
Ovviamente la Sede fisica dello Sportello resta l'ufficio IAT, ed � chi lo gestisce che dovrebbe occuparsi anche del sito</i> <font size="1">(Bando di Conc. Punto 2, <b>g</b> "conoscenza perfetta dell�utilizzo dei sistemi telematici" e Mansionario IAT. Punto 4, "..di aggiornare giornalmente il sito internet nelle parti inerenti il settore turistico.")</font id="size1">. <i>Il sito � intestato al Comune di Macugnaga, nella persona del Sindaco Valsesia.</i>

<b>Io domando come mai la gestione del sito www.walser.it � stata affidata alla Societ� Epublic (http://www.epublic.it/), che � quella che si occupa del sito del Comune? Sono 2 siti differenti, quindi sono anche 2 assegnazioni differenti!![8D] O no??</b>
<i>Io non ho trovato nessuna delibera o comunicazione del Comune che ne parla e sono molto curioso di sapere una cosa:
<b><font size="3">Quanto costa a Macugnaga la gestione fatta dalla Societ� Epublic del nuovo sito dello Sportello Walser?</font id="size3"></b> </i>
<b>Vi ricordo che il sito rappresenter� 12 Comunit� Walser, con tutte le relative caratteristiche, e che dovr� essere di indirizzo Informativo/Presentativo e che non dovr� avere nessun fine di lucro.</b>
<i>Questa domanda la rivolgo al Presidente della Consulta, e spero di ricevere una risposta.</i>
Grazie e Vi saluto
Andrea Costa Pisani
andrycp@interfree.it
<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">
chiara
 
Messaggi: 7
Iscritto il: mer mar 15, 2006 10:31 pm
Località:

Messaggioda Baikal » gio mar 16, 2006 8:06 pm

Chi gestisce l'Ufficio iat ha anche la responsabilità della gestione dello sportello walser e quindi vorrei aggiungere un mio parere e qualche domanda:

3) Il personale deve garantire di essere a conoscenza della cultura e delle tradizioni Walser con particolare riferimento agli usi, i costumi, i luoghi più significativi.
- sono state fatte delle prove per accertare questa conoscenza????

A tale proposito il personale deve garantire di partecipare a corsi di aggiornamento sia per la conoscenza della lingua tedesca sia in materia di attività inerente la cultura Walser.
- corsi di aggiornamento inerente la cultura walser? ma qualcuno di voi ha mai sentito parlare di questi corsi ? Io personalmente non ho mai sentito nulla di tutto ciò.

Collaborare in occasione di manifestazioni pubbliche su richiesta della Pubblica Amministrazione. Affiancamento all’attività promozionale del Comune inerente l’assistenza alle visite culturali sul territorio.
-l'assitenza alle visite comporta il possesso di un patentino di guida turistica!!! non si può, per legge, (legge regionale n°33 del 26 novembre 2001) assisitere nessuno nelle visite se non si è in possesso di questo patentino.

Qualcuno mi aiuta a fare chiarezza????????
Grazie
Baikal
 
Messaggi: 3
Iscritto il: gio mar 02, 2006 7:57 pm
Località:

Messaggioda alaclaudio » ven mar 17, 2006 5:52 pm

"fondi regionali assegnati"

Credo che il Comune nella Sua risposta sia stato più che chiaro, non trovi.
Il fatto che i fondi regionali siano stati assegnati, vuol dire che poi devono essere deliberati come spesa.
Ora non so in quale quota, ma lo stesso sito comunale viene realizzato a fronte di finanziamenti (sicuramente separati dal primo). Ti sei mai chiesto perche la gran parte dei siti comunali sono simili tra loro (regione Piemonte). La stessa provincia utilizza la stessa struttura: rifletti.

Altra cosa, pensa per quale motivo non è stata gestita una sorta di gara ma solo una delibera di spesa per la realizzazione del primo sito ed anche del secondo. Indovinato, la scelta è stata fatta a monte (regione).

Quindi dubito che ci sarà un risparmio. Sono semplicemente stati deliberati soldi finanziati e già previsti.
alaclaudio
Site Admin
 
Messaggi: 327
Iscritto il: gio nov 10, 2005 4:17 pm
Località: Legnano

Messaggioda dreamer » sab mar 18, 2006 12:12 pm

spero che vengano definiti quanto prima i criteri per cui una persona può essere definita adatta al compito. un circuito walser costituito seriamente può diventare un'ottima risorsa turistica per l'intera ossola.

a questo proposito, spero che le due associazioni walser di macugnaga possano collaborare attivamente e magari istituire/definire un paio di 'percorsi walser' all'aperto, sullo stile dell'ecomuseo di alagna, unendo anche le attrattive tipiche di macu.

esempio:
percorso 1: la casa walser e i nuclei abitativi: museo di borca --> (pullman o auto) dorf (chiesa vecchia, nucleo abitativo, forno) --> pecetto di sotto (casolari tipici)
percorso 2: la storia dell'oro: pestarena (casa del minatore, ingresso miniere) --> borca (miniera guja), più eventuali altre parti dei musei se dedicati alle miniere (non ricordo), in attesa che si riesca a fare qualcosa a campioli e al morghen creando di fatto un parco delle miniere che non avrebbe eguali nel norditalia e oltre... [;)])
e così via, magari percorso dei forni frazionali (a piedi, da borca a pecetto passando per isella), percorso delle cappelle (da fornarelli in su), storia dell'alpinismo (museo di staffa, cimitero delle guide e relativo monumento)... ce n'è...

fissa mia: pacchetto/percorso per scolaresche: risalendo il paese: casa minatore/casa walser/miniera guja/museo montagna/dorf e chiesa vecchia, più pranzo o merenda convenzionata con qualche esercizio e giochi finali o pranzo al sacco) alla croce dei wasma con i muraglioni di protezione... [:D]

lo so che corro, ma se mi metto a pensare ne tiro fuori di roba fattibile... basterebbe un po' di tempo e di buona volontà... fondi solo per depliant e qualche cartello esplicativo... qualcuno delle associazioni che faccia da accompagnatore e spieghi le cose, il dialetto, i costumi, le leggende... [8D]
dreamer
 
Messaggi: 1405
Iscritto il: gio nov 10, 2005 2:30 pm
Località: Lombardia

Messaggioda giaco carga macu » lun dic 04, 2006 9:24 pm

difendiamo le nostre tradizioni e andiamone orgogliosi....
bisogna tener vive le nostre tradizioni se no esse andranno perse nel tempo...

<font size="1">Moderato: niente politica sul Forum, grazie.</font id="size1">
giaco carga macu
 
Messaggi: 267
Iscritto il: mer nov 22, 2006 10:00 pm
Località: Piemonte

Precedente

Torna a I Walser

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron