Sentiero Lanti (Bill – Meccia – Sonobierg)

Alpe Bill (m. 1707) – Alpe Meccia (m. 1807) – Alpe Sonobierg (m. 1918) – Alpe Bill

Difficoltà: E
Tempo di percorrenza: 40 min. all’Alpe Meccia, 30 min. dall’Alpe Meccia all’Alpe Sonobierg, 30 min. dall’Alpe Sonobierg all’Alpe Bill. 1:40 h per il percorso completo.
Dislivello: 300 m circa
Affollamento: frequentato
Segnavia: rosso-bianco-rosso, ben visibile lungo tutto l’itinerario.
Segnale del cellulare : buono.
Acqua: Torrenti lungo tutto il percorso, sorgente all’Alpe Sonobierg.
Punti di appoggio: Funivie Staffa – Alpe Bill – Passo di Monte Moro (tel: +39 0324 65050).

Collegamenti:

  • Sentiero Alpe Bill – Passo Moro -> disponibile QUI
  • Sentiero Macugnaga – Alpe Bill -> disponibile QUI
  • Sentiero Spagnolli (Macugnaga ville – bivio Bill/Meccia) -> disponibile QUI

Traccia GPS (scarica in formato KML o GPX):

Il sentiero si imbocca salendo gli scalini che partono dalla stazione intermedia della funivia: superato il traliccio dell’alta tensione, si svolta a destra

Bill - Imbocco sentiero Meccia 2

L’imbocco è segnalato dal cartello che riporta il nome di Mario Lanti, a cui il sentiero è dedicato.
Bill - Partenza sentiero Lanti x Meccia

Il sentiero si addentra nel bosco in leggera salita,Meccia01

fino ad incrociare dopo pochi minuti il rio Horlovono, che si attraversa comodamente su un ponte di tronchi

Meccia-1_torrente

Si supera una radura con evidenti segni del passaggio invernale delle valanghe

Meccia-3_radura

per poi addentrarsi nuovamente nel bosco in leggera salita fino a raggiungere la costa che fa da spartiacque tra il vallone dell’Horlovono ed il vallone del Rio Testa

Meccia-5_costa

Si prosegue in discesa, con alcuni tornanti attrezzati da scalini per superare i tratti più ripidi.

Meccia-7_scalini

fino ad incontrare a breve il bivio con il sentiero Spagnolli, QUI descritto, con il quale è possibile scendere a Macugnaga in 45 minuti circa, e che costituisce una buona alternativa per il rientro.

Meccia-8_bivio

Si supera il vallone del Rio Testa con lo sguardo che si apre verso Nord sul Battel

Meccia-8_Panorama2

e verso Sud sul Turlo, sul Pizzo Nero e sul Pizzo Bianco.

Meccia-8_Panorama

Dopo pochi minuti di nuovo in salita, si raggiunge l’Alpe Meccia, con il cippo in ricordo dei partigiani uccisi dai nazifascisti il 22 Ottobre 1944, ed un panorama tra i più belli ed ampi di tutta la valle.

Meccia-8_Alpe

Meccia-11_baite3

Meccia-11_baite2

Il sentiero per l’Alpe Sonobierg è indicato da un cartello presente sulla prima baita,

Meccia-10_cartello_sono

si sale lasciando le baite alla propria destra, fino a svoltare a sinistra in corrispondenza di un grosso masso.

Sono-1_partenza

La traccia attraversa il pascolo in direzione Nord-Ovest, fino ad addentrarsi nel bosco in corrispondenza di un segnale posto su un albero.

Sono-2_bosco

Si raggiunge in breve una radura, in fondo alla quale si intravede la pietraia che dovremo attraversare, ed il rialzo in cima al quale vi è l’Alpe Sonobierg

Sono-3_radura e vista rialzo

Attraversata la radura, si supera il Rio Testa,

Sono-5_ruscello

Quindi si risale lungo la pietraia, seguendo i numerosi segnali e ometti posti per indicare il percorso migliore,

Sono-6_pietraia

fino ad uscirne in prossimità del rialzo presente sulla sinistra, non prima di aver dato un’occhiata al panorama verso le cime del Battel

Sono-6_panorama da pietraia

Si affronta ora un ultimo breve passaggio piuttosto delicato, ripido ma recentemente messo in sicurezza dal CAI con alcune corde alle quali sostenersi per procedere in sicurezza

Sono-7_corde2

alla sommità vi è un asta, già visibile dal basso, posta ad indicare l’imbocco del sentiero per chi lo percorre in senso inverso

Sono-7_corde_uscita

Superato l’ultimo gradone, ci si ritrova immediatamente in prossimità delle baite dell’Alpe Sonobierg.

Sono-8-baite

Voltandosi, si scorge la radura dell’Alpe Meccia e parte della diga del Lago delle Fate, all’imbocco della Val Quarazza

Sono-8-panorama-meccia

Grandioso è il panorama a 360°

Panorama 360 Sonobierg

Il sentiero per il rientro all’Alpe Bill attraversa l’alpeggio a mezza costa

Sono-9-imbocco

passando in prossimità della sorgente

Sono-9-sorgente

per poi addentrarsi nello stupendo bosco dove in 15 minuti circa si raggiunge il sentiero che dall’Alpe Bill conduce al passo Moro

Sono-10-arrivo

Sono-10-cartelllo

E’ quindi possibile raggiungere l’Alpe Bill percorrendo il primo tratto del sentiero QUI descritto, in senso inverso.